Richiedente asilo scippa una donna e le fa cadere la figlia di 18 mesi: arrestato

Un uomo di nazionalità algerina è stato fermato ed arrestato alla Stazione Centrale di Napoli, per aver tentato di scippare una donna che aveva una bimba di 18 mesi in braccio, facendola cadere. L’algerino si è avvicinato ad una donna nigeriana, che si trovava in stazione assieme alla sua bimba di 18 mesi in braccio. Lui le ha strappato la borsa, senza curarsi del fatto che la donna avesse in braccio la piccola.

Di conseguenza per la violenza dello scippo la bambina è caduta e nell’urto a terra si è procurata delle gravi contusioni. La piccola è stata portata immediatamente in ospedale, dove il personale medico l’ha giudicata guaribile in 15 giorni. L’autore dello scippo invece è stato inseguito da tre agenti della Polizia Ferroviaria del presidio della Stazione Centrale e da due guardie giurate. I cinque uomini sono riusciti ad avvicinarsi all’algerino e lo hanno bloccato ed arrestato.

L’uomo adesso è stato arrestato ed è in attesa di processo con rito direttissimo per furto e lesioni. Fortunatamente, la bambina si è salvata, in quanto l’urto avrebbe anche potuto esserle fatale.
L’algerino è stato subito identificato, dopo la rapina, dagli agenti di polizia: si tratta di un richiedente asilo in Italia. 

Roversi MG.