Honolulu, grattacielo va a fuoco: morte 3 persone, dodici ricoverati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:55

Un disastro che a molti ha ricordato quanto avvenuto di recente a Londra, con il terribile incendio capitato alla Grenfell Tower che ha portato alla morte di diverse persone, tra cui due nostri connazionali.

Ieri si è verificato qualcosa di molto simile a Honolulu, nelle Hawaii, dove un grattacielo è stato avvolto dalle fiamme: i fumi rilasciati dall’incendio si sono rapidamente propagati in tutto lo stabile, provocando la morte di tre persone. Altre dodici sono state ricoverate in ospedale. Per domare le fiamme sono stati impiegati oltre cento pompieri, ed è servito anche l’intervento di un elicottero.

Il grattacielo di Honolulu è composto da 36 piani: il fuoco è divampato al ventiseiesimo, ma pian piano si è esteso fino a raggiungere il ventottesimo piano, invadendo e distruggendo molti appartamenti. Sulle cause che hanno portato all’incendio del grattacielo stanno indagando le forze dell’ordine locali.

Come spiegato dal sindaco Kirk Caldwell durante una conferenza stampa tenuta all’esterno del plesso, “il palazzo risaliva al 1971 e non era dotato di sprinkler, il sistema automatico di estinzione a pioggia che rileva gli incendi”.

Un residente ha poi precisato alla tv locale che “se ci fossero stati gli spruzzatori automatici in quell’appartamento, il fuoco sarebbe stato contenuto in quell’unità”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!