Anziana massacrata in metro dal rom di 9 anni: “Ero una maschera di sangue…”

Maria Assunta, 63 anni, è la donna che è stata colpita e ferita a colpi di cellulare da una rom di soli 9 anni sulla metro. La donna ha subito una rapina mercoledì scorso, alla stazione Barberini di Roma. La bambina rom l’ha aggredita senza pietà. Erano circa le 16.30 e “sette zingare stavano derubando le persone che stavano aspettano la metropolitana” ha raccontato la donna al Messaggero. Così la 63enne ha avvertito i passeggeri di stare attenti ai loro beni personali.

La bambina le si avvicina e la colpisce più volte sul corpo con un cellulare, la insulta, e se ne va. Quando Maria Assunta cerca di prendere la ragazzina per portarla fino alla Polizia Ferroviaria, la ragazzina l’ha colpita sul volto col suo cellulare. “Lo ha fatto con tutta la violenza che poteva avere, mi sono caduti gli occhiali a terra. Nel momento in cui mi sono chinata a raccoglierli, mi sono accorta che mi usciva il sangue dal naso… mi sono toccata in volto e le mani mi si sono riempite di sangue” ha raccontato la 63enne.

La donna è finita in ospedale. Sostiene di essere stata aggredita diverse volte da rom, spesso minorenni, ma che le sue denunce finiscono nel vuoto. “Sono aggressive e sanno di avere l’impunità e quando chiamiamo polizia e carabinieri dopo poche ore tornano”.

Rovers MG.