Catania, riqualificazione urbana del quartiere Cibali con 165 mila metri cubi di cemento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:10

Il quartiere di Cibali a Catania otterrà un “restauro”, con l’utilizzo di oltre 165 mila metri cubi di cemento, che andranno a formare parcheggi, strade, palazzi e tre alte torri di 12 pini.

Lo scorso 10 luglio, infatti, la giunta del sindaco Enzo Bianco ha approvato la proposta di variante al Piano Regolatore presentata dal Consorzio Centro Direzionale Cibali.

Secondo i progetti degli ingegneri Aldo Palmeri e di Dario Corrado Maria Consoli, saranno previsti 66 mila metri quadri di strutture private, 20.000 di alberghi e residence, 2000 di area commerciale e 6000 di area residenziale.

Il consigliere comunale, Sebastiano Anastasi, dichiara che: “Non capisco la logica politica: nel 1997, nelle vesti di consigliere di municipalità, chiesi formalmente all’amministrazione, anche allora guidata da Bianco, cosa intendesse fare con quell’area e se fosse intenzionata ad andare avanti con il progetto del centro direzionale. Mi venne risposto che il piano era stato stralciato e non se ne sarebbe fatto niente, perché Cibali aveva altre priorità“.

Agatino Lanzafame, ex consigliere del quartiere Cibali, si mostra perplesso: “Ricordo che in quella zona non è mai stato completato il sistema di viabilità. Se parliamo di un piano che consenta ai cittadini di usufruire al meglio del verde pubblico e che migliori le infrastrutture, può essere apprezzabile. Ma sarà necessario un ampio processo dei partecipazione, sia in aula che in città“.

Mario Barba

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!