Pericolo tsunami in Russia dopo la forte scossa di terremoto di magnitudo 7.8

L’epicentro del forte terremoto che ha colpito la Russia è stato localizzato a 234 km di distanza da Nikol’Skoye, tra le isole Komandorski dello stretto di Bering.

L’avvertimento di un possibile tsunami  è stato inizialmente rilasciato dalNational Weather Service‘ degli Stati Uniti per i residenti nelle vicine isole Aleutiane, Alaska. Al momento un ulteriore messaggio diramato ha fatto sapere che la minaccia dovrebbe essere passata.

I sistemi di segnalazione automatizzati indicano che il terremoto è accaduto ad una profondità di circa 10 km.

Inizialmente segnalato con una forza di magnitudo 7.4, il ‘National Weather Service’ ha poi rettificato dichiarando che la forza avesse raggiunto il 7.8 di magnitudo.

Il terremoto è stato registrato nello stretto di Bering, sul lato russo del canale che lo separa dall’Alaska. Le isole Komandorski e Aleutiane formano una catena tra i due continenti.

Una scossa di terremoto di 6.2 era stata registrata nella stessa area proprio ieri.

Mario Barba