Svizzera, escursionista trova i corpi di due coniugi: erano scomparsi da 75 anni

Sono usciti per andare dalle proprie bestie. Da quel momento in poi non hanno fatto più ritorno a casa. Fino al ritrovamento dei loro corpi senza vita, avvenuto giovedì scorso, dopo 75 anni.

E’ l’incredibile storia che viene dal ghiacciaio Tsanfleuron, sul masiccio Diablerets (Alpi Bernesi, sud della Svizzera), dove lo scorso 13 luglio un escursionista ha rinvenuto i corpi di due persone. L’uomo ha subito notato un particolare: i due erano vestiti con abiti risalenti al periodo della seconda guerra mondiale.

Le indagini hanno permesso di scoprire che i due erano coniugi, per la precisione i coniugi Dumoulin di Chandolin. Lui aveva 40 anni e svolgeva la professione di calzolaio, lei maestra 37enne. Avevano sei figli e vivevano sulle montagne, occupandosi anche di pastorizia. La donna non se l’era mai sentita di accompagnare il marito al pascolo, ma quella mattina del 1942 decise di farlo. Insieme uscirono, salutando i sei figli, e insieme non tornarono più.

Le cause che hanno portato al decesso della coppia sono ancora da stabilire: con tutta probabilità, i due sono precipitati in un crepaccio e non sono più riusciti a venirne fuori. Ci ha pensato poi il ghiaccio a seppellirli per anni, fino al ritrovamento di giovedì scorso. Una delle figlie, Marceline, 79 anni, ne aveva all’epoca soltanto quattro: non ha mai smesso di cercare i suoi genitori. “Mamma e papà avranno finalmente la loro sepoltura – ha detto alla stampa – Mi sono sempre chiesta dove fossero e se avessero sofferto. Ora ho avuto una risposta”.