“Mondo di plastica”, gli scienziati rivelano: prodotti già 8,3 miliardi di tonnellate

 

 

 

 

 

 

 

 

È un dato che scatena sicuramente impressione quello rivelato dagli scienziati statunitensi sulla produzione di plastica nel mondo. Da quando la plastica esiste e viene costantemente utilizzata sarebbero già stati prodotti 8,3 miliardi di tonnellate di oggetti fabbricati con questo materiale, cifra ammontabile ad una tonnellata di plastica per ogni essere umano del pianeta.

Lo studio statistico è stato condotto dagli esperti dell’Università della California e lancia un messaggio silenzioso ed allo stesso tempo allarmante: la metà della plastica prodotta da quando si fa produzione di massa è stata sfornata soltanto negli ultimi 13 anni

La mole della produzione di plastica è così tanto cresciuta da aver superato quella di molti altri materiali, fatta eccezione per cemento, acciaio e mattone. La plastica, quindi, si posizionerebbe poco al di fuori del podio dei materiali più prodotti al mondo, e questo nonostante le produzione di massa sia iniziata soltanto negli anni ’50 del secolo scorso.

Il dato è allarmante soprattutto per quanto riguarda i sistemi di smaltimento spesso inadeguati del materiale plastico, che quindi rischia di inquinare l’ambiente per molti e molti secoli. I livelli di riciclo delle materie plastiche sono, purtroppo, non sufficienti a garantire un adeguato contenimento della produzione. Se si continua di questo passo si stima che intorno al 2050 esisteranno al mondo 12 miliardi di tonnellate di rifiuti di plastica.

Lo studio americano ha messo in evidenza come gli stessi punti di forza della plastica, e cioè la sua versatilità e la sua lunga durata nel tempo, sono i suoi stessi punti deboli quando si parla di smaltimento dei rifiuti. Gli esseri umani stanno quindi agendo contro l’ecosistema terrestre, introducendo materiale plastico in modo incontrollato e senza avere una giusta strategia di gestione.

Maria Mento