Suicida a 41 anni Chester Bennington, il frontman dei Linkin Park

Addio a Chester Bennington, il famoso frontman di una delle rock band più famose degli ultimi anni, i Linkin Park. L’uomo si sarebbe tolto la vita all’età di 41 anni. Secondo le informazioni a disposizione Chester Bennington soffriva da tempo di depressione, aveva problemi di dipendenza di droghe e alcol. Chester Bennington è stato trovato morto la mattina del 20 luglio, stasera in Italia, nella sua casa di Palos Verdes Estates, a Los Angeles.

L’uomo lascia 6 figli avuti dalle sue due mogli. Secondo alcune indiscrezioni, in seguito ad abusi subiti nell’infanzia aveva già tentato di commettere un suicidio l’anno scorso. Era grande amico di Chris Cornell, musicista che si è ucciso lo scorso maggio.

L’artista era stato in Italia assieme alla sua band qualche settimana fa, durante l’iDays Festival. Si sarebbe impiccato nella sua casa, lasciando nello sconforto la sua famiglia ed i fan di tutto il mondo. Chester Bennington fondò il gruppo nel 2000, e l’uscita del loro primo album, Hybryd Theory, li proclamò al successo internazionale.