Brian ‘Head’ Welch dei Korn commenta il suicidio di Chester Bennington: “E’ da codardi”

Brian ‘Head’ Welch è stato criticato per i commenti sul suicidio di Chester Bennington, il cantante dei ‘Linkin Park‘.

Dopo la notizia della morte di Chester, il chitarrista dei ‘Korn‘, Brian Welch, ha commentato il tragico suicidio con un post piuttosto “distaccato” sulla sua pagina ufficiale di Facebook:

Onestamente, Chester è stato un mio vecchio amico, siamo usciti assieme molte volte e ho molti amici che lo conoscono molto bene ma questo mi fa incazzare! Come possono questi ragazzi mandare un messaggio del genere ai propri figli o ai propri fan? Sono stufo di questi cazzo di suicidi! Ho combattuto contro la depressione e la malattia mentale e cerco di essere comprensivo ma è difficile esserlo se la cosa ti fa incazzare! Quando è troppo, è troppo! Arrendersi così di fronte ai tuoi figli, ai fan e alla vita è una via d’uscita da codardi“.

Mentre alcune persone si trovavano d’accordo con il commento di Welch, la maggior parte delle reazione al post è stata negativa, e molte persone hanno dichiarato di aver perso il rispetto per la stella dei Korn per il suo post scioccante e privo di sensibilità.

In seguito, il chitarrista ha aggiunto: “Non era mia intenzione sembrare troppo critico sulla scelta di Chester. Ho solo dovuto fare i conti con una gamma di emozioni oggi. Ti voglio bene Chester. Sono arrabbiato per quello che hai fatto, so che sarei potuto essere io ai tempi, dopo essermi devastato una sera“.

Mario Barba