Insulti razzisti e offese alla Boldrini, agente sospeso. Ma Salvini è dalla sua parte

Ha fatto il giro del web in poche ore il video dove un agente della Stradale, all’interno di una delle vetture della Polizia, riprendeva con un cellulare un extracomunitario in bicicletta sull’autostrada Torino-Bardonecchia.

L’uomo, durante le riprese, si lasciava andare ad insulti a sfondo razziale nei confronti del ciclista. Non solo: l’agente della Stradale se la prendeva più volte anche con la presidente della Camera, Laura Boldrini.

Il filmato, che dura 51 secondi, sarebbe stato prima inviato in una chat privata e poi condiviso sui social, diventando subito virale. Nel video, le parole pronunciate dall’uomo in divisa sono inequivocabili. “Risorse della Boldrini, ecco come finirà l’Italia: tutti su una Graziella in autostrada a comandare. Voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente di m… in Italia”.

L’agente rincara la dose: “Goditi questo panorama. Voi e tutta la caserma: guardate qui. Un tipo che pedala sulla Graziella pensando che sia una strada normale, con le cuffiette in testa – afferma il poliziotto – Fosse arrivato un camion e gli avesse suonato, manco se ne sarebbe accorto. Condividete signori, condividete”.

Il filmato è stato girato alla Procura di Torino per le opportune indagini. Nel frattempo, la polizia ha sospeso l’uomo e si sta valutando un’eventuale azione disciplinare. A difesa dell’agente è intervenuto Matteo Salvini: “Io sto con questo Poliziotto! Altro che sospensione, merita in premio per aver evitato morti o feriti. È la Boldrini che ha sbagliato lavoro”.