Incidente in diretta: la sorella muore e lei continua a filmare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24

Obdulia Sanchez, diciottenne di Stockton (California), si ubriaca con un’amica e la sorella di 14 anni. Le tre poi salgono in auto e la diciottenne inizia a guidare come una forsennata per le vie della città finché non va a sbattere. Obdulia e l’amica rimangono illese nonostante il forte urto, lo stesso, purtroppo, non si può dire per la sorella più piccola che muore sul colpo.

La tragedia di questa famiglia non sarebbe diversa da tante altre, se non fosse che subito dopo l’incidente Obdulia decide di riprendere la sorella morta. Nel video la ragazzina si riprende in primo piano e spiega cosa è successo dopo di che riprende la sorellina morta, il corpo senza vita dell’adolescente è disteso sul terreno e ricoperto di sangue, quindi dice: “Ho ucciso mia sorella, ma non mi importa“, quindi aggiunge: “Ho ucciso mia sorella. So che sto andando in prigione, ma non mi importa. Mi dispiace piccola“.

Intervistati dai quotidiani locali, i genitori di Obdulia hanno confermato che la figlia ha girato il video e che l’amica lo ha condiviso su Instagram. Adesso i Sanchez si chiudono nel dolore per la scomparsa della figlia più piccola che tra qualche settimana avrebbe compiuto 15 anni. Il loro dolore è acuito dal fatto che la figlia più grande è stata arrestata per omicidio colposo e passerà i prossimi anni in carcere.