Novara, bimbo di due anni muore annegato in un canale artificiale

Un attimo di distrazione, una svista che è costata la vita al suo piccolo. E’ devastata dal dolore una madre di Galliate, in provincia di Novara, che oggi ha perso il suo bimbo, annegato nelle acque del diramatore Vigevano, un grande canale artificiale che scorre al confine tra il Piemonte e il Pavese, in Lombardia. Il piccolo aveva soltanto due anni.

Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto. Dopo i primi sopralluoghi, l’ipotesi più probabile è che il bimbo sia riuscito ad allontanarsi approfittando di un momento di distrazione della madre e sia successivamente scivolato nel canale.

Una volta finito in acqua, il bimbo è stato trascinato via dalla corrente senza che nessuno potesse intervenire. Il suo corpicino è stato recuperato ad una certa distanza, nel territorio del Comune di Romentino. I sanitari del 118, intervenuti sul luogo della tragedia, hanno tentato davvero di tutto per cercare di rianimare il piccolo. Ma non c’è stato nulla da fare.

Il bimbo viveva con la sua famiglia a poca distanza dal diramatore, in un accampamento di roulotte che negli anni è diventato un campo nomadi fatto di piccole casette.

Il sindaco di Romentino ha scritto un post su Facebook per esprimere il proprio dolore. “Grazie a tutti coloro che si sono prodigati nelle ricerche, che riposi in pace”.