“La prossima fine del mondo sarà il 29 luglio 2017”: a sostenerlo è un’associazione ultracattolica

“Le stelle cadranno sul cielo come le foglie dagli alberi e l’atmosfera si abbatterà sulla Terra”. E’ con questo tono biblico che il sito ultracattolico End Time Prophecies annuncia al mondo intero che la fine della vita su questo pianeta è ormai prossima.

Secondo una serie di fonti, non meglio specificate, alle quali il suddetto sito si affida, infatti, il prossimo 29 luglio 2017 sarà l’inizio della fine del genere umano e, più in generale, di quasi tutte le forme di vita presenti sulla terra. In una serie di video pubblicati su Youtube, dal suggestivo titolo di Armageddon News, vengono spiegati nel dettaglio gli elementi che, il prossimo sabato, concorreranno alla distruzione del pianeta. In primo luogo si dovrebbe avere un’inversione dei poli magnetici, che a sua volta attirerà sulla Terra una gran quantità di meteoriti. Saranno loro, in questa attesa Apocalisse, a generare i violentissimi terremoti che spazzeranno via la nostra civiltà. A suggellare il tutto, poi, ci sarà la seconda discesa del Messia fra gli uomini. Gesù Cristo apparirà nuovamente per giudicare i buoni ed i malvagi e, nel frattempo, si scontrerà con le forze del male una volta per tutte. Tali forze, nello specifico, sono fatalmente descritte con le fattezze di un anticristo islamico. Nel caso in cui le sue forze non siano necessarie, però, il sito in questione suggerisce di donare all’End Time Prophecy delle somme di denaro affinchè il verbo del Salvatore, incerto della sua vittoria sul maligno, possa essere meglio divulgato tramite il proselitismo economico. Un appello che, più che per la salvezza dell’anima, sembra essere destinato a quella della ben più volgare brama di guadagno.