Sardegna: ragazza di 15 anni annega per un “selfie”

Una tragedia ha scosso le acque della Sardegna nella giornata di ieri: una ragazza ungherese di soli 15 anni è annegata precipitando da uno scoglio, a costa Paradiso, nel comune di Trinità d’Agultu, Gallura.

Come spesso si è sentito in questi ultimi anni, la volontà di farsi un “selfie” (approfittando spesso di uno scenario singolare o “mozzafiato” dietro l’obiettivo) ha spesso serie implicazioni in incidenti, spesso mortali. Accade, purtroppo, soprattutto fra i giovani, sempre al passo con le tendenze del momento.

Lo spettacolo del paesaggio della Costa Paradiso e del mare in burrasca a causa del forte vento di maestrale hanno indotto, infatti, la ragazza ad arrampicarsi su uno scoglio a picco sulla baia, per scattare un selfie “unico”, senza badare al pericolo.

Improvvisamente, mentre era sullo scoglio accingendosi a scattare la foto, un’onda alta almeno 7 metri ha travolto la ragazza, che al momento era in compagnia di sua zia, distante pochi metri.

Subito i vigili del fuoco di Sassari sono intervenuti con un elicottero, ospitando a bordo anche una equipe medica, recuperando il corpo della ragazza. Oltre trenta minuti di tentativi di rianimazione si sono rivelati vani, purtroppo, la ragazza è deceduta per annegamento.

Sul posto è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto Torres.

M.Valentina Colasuonno