Nave d’estrema destra anti immigrati, arrestati comandante e proprietario: “A bordo cingalesi irregolari”

Arrestati per traffico di esseri umani e documenti falsi. Si conclude così, in maniera quasi grottesca, l’avventura della nave C star salpata alla volta del Mediterraneo per arginare lo sbarco di clandestini e richiedenti asilo sulle coste d’Europa.

Una vicenda che ha assunto sfumature addirittura surreali. La nave infatti, presa in affitto da una rete di associazioni di estrema destra raggruppate sotto la sigla Defend Europe(in Italia supportate da Generazione Identitaria) era salpata con il dichiarato intento di aiutare la guardia costiera libica nel riportare indietro le imbarcazioni di migranti. Questo, per lo meno, l’intento teorico. Ieri, però, a poche ore dall’attracco a Cipro, la polizia cipriota ha fatto irruzione sulla nave scoprendo al suo interno una ventina di persone di origini tamil. Alcune di esse hanno dichiarato di aver pagato migliaia di dollari per compiere quel passaggio verso l’Europa. Così, il comandante ed il proprietario della nave sono stati immediatamente arrestati.

Netta la risposta di Defend europe. Con un tweet, infatti, i suoi appartenenti hanno fatto sapere che gli uomini scoperti sulla nave altro non erano se non “”apprendisti marinai che hanno pagato per fare miglia su quella nave al fine di convalidare il loro diploma. Una pratica comune del tutto legale”.