Vieste, entrano in un locale e aprono il fuoco: ucciso il titolare

Un’esecuzione da far rabbrividire, quella eseguita oggi in una pizzeria di Vieste, famoso centro sul Gargano. Proprio nel cuore della zona turistica, per di più in pieno giorno, i killer si sono introdotti all’interno dell’esercizio gestito da Omar Trotta, di 31 anni, e hanno aperto il fuoco. L’uomo è deceduto sul colpo.

L’agguato è avvenuto nel primo pomeriggio, intorno alle 14: i due sicari si sono recati presso il locale “L’antica bruschetta”, a pochi passi dalla Cattedrale di Vieste. Una volta lì, sono entrati da un ingresso laterale e hanno esploso tre proiettili all’indirizzo del 31enne, titolare della bruschetteria.

Immediati i soccorsi, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. Omar Trotta era sposato, padre di una bambina di pochi mesi e con alcuni precedenti per droga e reati contro il patrimonio. Stando alle prime ricostruzioni del barbaro omicidio, i due killer – entrambi a volto coperto, armate di una pistola calibro 9×21 – hanno assassinato il 31enne davanti alla moglie e alla loro bimba di soli 7 mesi.

Durante la sparatoria, un 21enne di Monte Sant’Angelo, con piccoli precedenti penali, è rimasto ferito di striscio da un proiettile a una spalla. I turisti che in questi giorni affollano il centro garganico sono sotto shock.