Pakistan, obbligano bambina di 5 anni a sposare 22enne: arrestati sposo ed officiante

Ancora un caso di matrimonio obbligato, in Pakistan. Siamo nel villaggio di Raman, a pochi chilometri da Dakhan Town, dove una bambina di 5 anni è stata data in sposa ad un ragazzo di ventidue.

Durante la cerimonia, però, qualcuno degli invitati ha contattato la polizia, che è arrivata sul posto appena dopo la fine della celebrazione. Nulla da fare, in ogni caso. La piccola è stata presa in custodia dagli agenti e portata via assieme alla madre. Oltre a ciò, sia l’officiante che lo sposo sono stati arrestati assieme al padre dello sposo, in quale ha inveito in maniera particolarmente accesa contro l’operato delle forze dell’ordine.

Ma non è un caso isolato, come da tempo denunciano molte associazioni per i diritti umani. Il 70% delle ragazze pachistane vengono obbligate a sposarsi entro i 16 anni. Difficile dare un numero preciso su quante di esse abbiano meno di 13 anni, ma l’Unicef sostiene che esso sia in aumento piuttosto che in diminuzione. Nelle regioni più remote del nord-ovest, ad esempio, lungo il confine con l’Afghanistan, si ritiene che il numero dei matrimoni che coinvolge bambine tra gli 8 e i 13 anni superi abbondantemente il 50 per cento del totale.