Antibiotici ad uso umano nelle bistecche di maiale: ecco i lotti ritirati

Il Ministero della Salute ha diramato, negli scorsi giorni, un richiamo ufficiale per alcuni lotti di bistecca di carne di maiale. Il marchio interessato è Ambrosini Carni. Nella carne di maiale in questione sono stati riscontrati degli antibiotici sulfamidici, che vengono usati per la cura delle infezioni nell’uomo. Il riscontro di residui di questi farmaci rende necessario, come misura per la tutela della salute dei consumatori, il ritiro dei lotti.

Nove lotti interessati dal ritiro: essi sono i numeri 4717005246, 4717000010, 4717005249, 1705240004, 1714400005,1714500002, 8717006461, 1714600005, 0617011370 con date di scadenza dallo 01/06/2017 e 24/06/2017. Qualcuno potrebbe anche essere in possesso di questa carne congelata, anche se già scaduta. Si raccomanda quindi di gettare la carne e di non consumarla. 

Il sito che si occupa di alimentazione e tutela dei consumatori, Il Fatto Alimentare, ha diramato l’allarme, ricordando che “Ogni anno in Italia vengono ritirati dagli scaffali dei punti vendita almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta”.

Roversi MG.