Muore di ritorno dal mare schiantandosi con la moto

Giovanni Mannarino, 55 anni di Nichelino, è morto domenica sera 30 luglio in un incidente stradale in provincia di Savona, rientrando da una giornata trascorsa al mare nella riviera ligure di ponente con un amico.

Verso le 19 è avvenuta la tragedia tra Dego e Piana Crixia: Mannarino guidava la sua Triumph 1000 precedendo di poco il suo amico, sempre in moto, che ha assistito a tutta la drammatica sequenza dell’incidente mortale, senza poter far nulla per salvarlo. L’uomo ha, infatti, riportato molteplici fratture nello schianto con il guard-rail, ma le ferite alla testa sono state per lui fatali. Secondo la ricostruzione, infatti, il casco gli è volato via a seguito dell’impatto, ed è stato poi ritrovato a decine di metri di distanza ancora chiuso.

A nulla è servito l’intervento dell’automedicale del 118 partita dall’ospedale San Giuseppe di Cairo Montenotte, l’impatto è stato troppo violento. Lungo il tratto della provinciale 29 sono arrivati anche i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale che hanno ascoltato l’amico motociclista e altri testimoni.

L’amico di Mannarino riferisce, sotto choc, come nel tratto in semicurva la vittima avesse semplicemente perso il controllo della moto. Secondo gli agenti le ruote della Triumph sarebbero finite su una parte di asfalto scivolosa, ancora bagnata dalle piogge della notte precedente.

Stando alle prime ricostruzioni e ipotesi avanzate dagli agenti della stradale tra le cause dell’incidente ci sarebbe stata sicuramente l’alta velocità, escludendo qualsivoglia responsabilità di altre auto o veicoli.

M.Valentina Colasuonno