Londra: tre uomini obbligavano una ragazzina di 14 anni a fare sesso

Tre giovani inglesi sono accusati di aver forzato una ragazzina di 14 anni ad aver rapporti sessuali con loro attraverso delle minacce: i ragazzi erano in possesso di un video in cui la vittima faceva sesso e le hanno chiesto di praticare la fellatio a tutti se non voleva che il video si diffondesse sul web.

I protagonisti di questa violenza sono Mickelle Alexander, Tommy Kitchenside (entrambi di 20 anni) e Faustein Riley (19 anni). Aleksander è anche accusato di aver abusato sessualmente della quattordicenne in tre diverse occasioni. I particolari di questa oscura vicenda non sarebbero mai emersi se un giorno i genitori della vittima non ne avessero denunciato la scomparsa. Durante l’indagine, infatti, è stato ritrovato un indumento intimo appartenente alla ragazza sul quale erano presenti tracce di dna di Alexander.

Una volta ritrovata la giovane ha confessato gli abusi subiti da parte dei tre ragazzi. Secondo la ricostruzione fornita dalla vittima, questa ha fatto la conoscenza di Alexander al  Worcester Park di Londra. I due ragazzi si piacevano e lui sembrava rispettarla (una volta l’aveva invitata a casa), ma un giorno si è presentato con un video in cui lei faceva sesso orale con un ragazzo e le ha detto: “Adesso ho il mezzo per farti fare ciò che voglio“. Quindi le ha chiesto di fare a lui quello che faceva nel video all’altro ragazzo ed una volta finito le ha chiesto di ripetere lo stesso atto con i suoi amici.

Nei mesi successivi Alexander ed i suoi amici continuavano a tormentarla con minacce pur di obbligarla a nuove sevizie ed il primo l’ha persino obbligata ad rapporto sessuale completo. Adesso i tre ragazzi sono accusati di violenza sessuale su minore e rischiano diversi anni di carcere.