Russia: giornalista preso a pugni in diretta tv, ‘prenderemo l’Ucraina’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13

Aggredito verbalmente in diretta televisiva e preso in pugni in faccia senza motivo. E’ la pericolosa disavventura capitata ad un giornalista in collegamento in diretta con il tg per parlare delle celebrazioni del Giorno del Paracadutista, organizzate nel parco Goki, nel cuore della città russa di Mosca. A servizio appena iniziato però un uomo, fuori dall’inquadratura, ha cominciato ad urlare, tra le altre cose, ‘prenderemo l’Ucraina!‘.

 

Con molta probabilità l’uomo era ubriaco perchè, quando il reporter del canale Ntv gli ha chiesto, senza scomporsi, di allontanarsi, dalle parole è passato ai fatti: anzichè uscire dall’inquadratura infatti l’uomo gli ha sferrato un violento pugno in faccia che ha costretto il giornalista a fermarsi, allontanandosi dal suo aggressore che intanto gli diceva, ‘chi sei tu per parlarmi a quel modo?’. Dal video, diffuso nelle ore successive su youtube, si può notare che l’uomo ha indosso una maglietta con la scritta Oplot, gruppo filo-russo impegnato nel conflitto tra ucraini e separatisti nel Donbass. Il ministero dell’Interno ha confermato che nelle ore successive la violenta aggressione, le forze dell’ordine lo avrebbero fermato e arrestato. Non è chiaro invece se il giornalista abbia riportato conseguenze a causa del pugno al volto ricevuto. Vi mostriamo il video dell’assurdo episodio.

https://www.youtube.com/watch?v=l7wVwYU4-qY&feature=youtu.be

Daniele Orlandi

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!