Billy, il cane torturato ed ucciso a Vibo Valentia: l’appello del sindaco, “Chi sa parli”

Un’altra pessima notizia da Vibo Valentia, dove un cane, Billy, è stato torturato e ucciso, impiccato e infilzato. Una crudeltà che lascia esterrefatti. Soprattutto se si pensa che questo cane, un cagnolone buono ed amato da tutti, era un po’ il cane del quartiere: viveva a Zungri, provincia di Vibo Valentia, era amato da tanta gente e veniva accudito dai proprietari di un bar. Per aiutarlo, la gente del posto aveva organizzato anche una raccolta fondi in piazza, e proprio grazie ai proventi delle donazioni Billy era stato vaccinato e veniva nutrito regolarmente. Billy era amato da tutti e giocava anche con i bambini, era un cane davvero docile.

Nel corso della festa del paese, qualche giorno fa, la terribile scoperta. Billy è stato picchiato, impiccato, e anche infilzato con un oggetto appuntito. La terribile notizia ha sconvolto il paese e fatto insorgere il movimento animalista; ma nessuno sembra sapere nulla di chi possa essere il mostro che ha compiuto qualcosa di simile.

Il sindaco Franco Galati ha lanciato un messaggio: “L’amministrazione comunale ha già avviato tramite la polizia municipale le indagini per individuare i colpevoli e farà di tutto affinché simili episodi non abbiano più a ripetersi. Pertanto invito tutti coloro i quali abbiano potuto vedere o sapere qualcosa che possa aiutare a identificare i responsabili, a rivolgersi alla polizia municipale, al sindaco oppure ai carabinieri”.

Roversi MG.