Caracas: militari assediano ufficio della procuratrice generale “anti-Maduro”

Le forze di sicurezza venezuelane, inviate dal presidente Nicolàs Maduro, hanno circondato oggi a Caracas l’ufficio della procuratrice generale Luisa Ortega, che lotta per opporsi al presidente venezuelano Maduro e alla nuova costituente, indagando sui brogli elettorali.

Giunti nella mattinata i militari hanno sbarrato tutti gli accessi all’edificio, proprio mentre si stava unendo l’Assemblea Costituente, istituita allo scopo di riscrivere la Costituzione del 1999 – promulgata dal presidente Hugo Chavez – per “portare la pace e migliorare l’economia della nazione“, come ha sempre sostenuto l’attuale capo del governo.

Quest’ultimo ha accusato la procuratrice di essere complice della rivolta armata che, a partire dallo scorso Aprile, ha gettato nel caos l’intera nazione causando, in quattro mesi, almeno 121 morti.

A denunciare l’assedio delle forze dell’ordine è stata la stessa Ortega, pubblicando una foto sul suo profilo Twitter con tanto di testo in cui si leggeva: “Rifiuto questo assedio al ministero pubblico, denuncio questa arbitrarietà di fronte alla comunità nazionale e internazionale“.

MDM