Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Spagna, è polemica sul turismo di massa. Nuove tasse turistiche in arrivo

CONDIVIDI

 

 

 

 

 

 

 

Il turismo di massa sta rovinando la Spagna. I dati rilasciati sono, dal punto di vista economico, sicuramente rincuoranti, ma sotto altri punti di vista gli stessi dati risultano essere allarmanti. Il turismo rappresenta circa il 12% del fatturato economico spagnolo ed i turisti in Spagna sono aumentati del 12% nella prima parte del 2017 rispetto ai dati degli scorsi anni. Il turismo iberico ha però raggiunto la soglia di guardia, con prezzi che sono arrivati alle stelle e che rischiano di danneggiare anche le tasche dei residenti.

Gli spagnoli, di certo, non sono rimasti a guardare e hanno iniziato a protestare contro il turismo incontrollato. Già a Venezia c’erano state delle proteste similari, nel corso dello scorso mese, e portavoce di queste proteste si sono resi gli stessi veneziani che hanno marciato recando lo slogan “Il mio futuro è Venezia”.

C’è il rischio che tali proteste, però, possano sfociare in violenza deliberata e tale preoccupazione ha fatto sì che anche il Presidente spagnolo, Mariano Rajoy, sia intervenuto sulla questione dopo i fatti verificatisi nell’isola di Palma Di Maiorca, e soprattutto anche dopo la comparsa di alcuni graffiti in cui addirittura si paragonano i turisti a dei terroristi.

Qui, in un ristorante gremito di turisti, alcuni attivisti hanno iniziato a protestare, prima fuori dal locale. Le persone in protesta si sono poi trasferite all’interno del locale e hanno gettato coriandoli sui commensali spaventati. Le proteste continueranno: gli stessi attivisti ne hanno in programma un’altra, a San Sebastian, verso la fine di agosto.

Un membro dell’Ufficio Esteri ha espresso il suo pensiero sulla situazione delle proteste spagnole contro il turismo di massa, affermando che la situazione del Paese iberico è sotto costante monitoraggio e che, per il momento, non ci sono novità o cambiamenti di rotta per quanto concerne le linee guida turistiche. Intanto, la città di Barçelona ha in mente di inserire una nuova tassa sul turismo, così come stanno facendo- o stanno pianificando di fare- altre città europee, Roma compresa.

Maria Mento