Flavio, due anni, muore dissanguato dopo una banale operazione alle tonsille. Aperta inchiesta

Flavio, un bambino di due anni, è morto dopo un’operazione al Bambino Gesù di Palidoro. Il bambino era stato ricoverato per un’operazione alle tonsille ed è morto dissanguato in casa propria, a causa di una violenta emorragia improvvisa. Il dramma è avvenuto l’8 giugno ma oggi è stata aperta un’inchiesta d’ufficio da parte della procura per la morte del piccolo.

La madre del piccolo, Cristina, ha detto ai giornalisti: “Mio figlio mi è spirato tra le braccia, spero sia fatta giustizia”. Si giustificano i vertici dell’ospedale Bambin Gesù, cercando di capire cosa sia avvenuto: “Non sappiamo cosa sia successo dopo la visita di controllo. L’ospedale al momento delle dimissioni fornisce spiegazioni delle prescrizioni da seguire nei giorni successivi”.

I genitori avevano notato alcuni problemi di respirazione nel bimbo a maggio. Quindi avevano sottoposto il piccolo ad un’operazione di routine per curare un’apnea notturna per mezzo dell’operazione alle tonsille. Qualcosa, però, è andato terribilmente storto dopo l’operazione che è avvenuta il 30 maggio. La sera dell’8 giugno il bambino ha cominciato a vomitare sangue ed è morto nell’arco di pochi minuti. Secondo la famiglia, i punti dell’operazione erano stati messi male. Ora l’autopsia potrà dire di più.