Manchester, la polizia ferma uomo nudo intento a masturbarsi in un salone di massaggi

 

 

 

 

 

 

 

La polizia di Manchester è stata allertata e messa sulle tracce di un uomo accusato di compiere in pubblico atti di autoerotismo. La notizia è stata diramata nella giornata del 5 agosto e riguarda un’azione di polizia che si è svolta nella serata precedente. Le forze dell’ordine sono intervenute dopo aver ricevuto delle segnalazioni, fatte da coloro che- increduli- hanno assistito alle scene incriminate.

La prima segnalazione è giunta da un ristorante sito in Portland Street. L’uomo era stato sorpreso a masturbarsi, nei bagni del locale, intorno alle ore 23:00. La scoperta è avvenuta perché il sospettato si era appartato nel bagno delle signore e non nel bagno riservato agli uomini, dove probabilmente non sarebbe stato smascherato. La polizia, comunque, è arrivata troppo tardi: il signore era già andato via dal ristorante al momento dell’arrivo degli agenti.

La polizia, allertata dal Direttore del ristorante, ha dovuto iniziare a cercare l’uomo, che nel frattempo si era spostato. Il ricercato, senza farsi accorgere da alcuno, si era posizionato in un locale dedicato ai massaggi attiguo al ristorante. È stato qui trovato completamente nudo, coperto di lubrificante ed intento a continuare negli atti autoerotici precedentemente iniziati.

Dopo essere stato scoperto, l’uomo è stato arrestato e trattenuto con l’accusa di aver compiuto atti osceni in luogo pubblico. Il sergente Jon Kenna, e cioè colui che si è interfacciato con i media sulla vicenda, ha dichiarato che l’uomo sarebbe rimasto in stato di fermo e che sarebbe presto stato interrogato sulle azioni da lui compiute. Il Dipartimento di polizia aveva dato dettagli sui fatti aggiornando in tempo reale la collettività su Twitter, attraverso la pagina GMP City Centre.

Maria Mento