Pilota di EasyJet arrestato: aveva guidato un aereo sotto effetto di ecstasy

È stato arrestato il pilota di EasyJet che aveva guidato un aereo diretto a Parigi sotto effetto di ecstasy. L’uomo è un pilota francese di 49 anni, fra l’altro padre di tre figli. E’ finito di fronte ai giudici che gli hanno vietato di guidare aerei da quel momento in poi e l’hanno condannato a 12 mesi di carcere con condizionale.

I fatti in questione risalgono a maggio. La polizia stava investigando su un giro di spaccio di droga quando ha intercettato una telefonata di questo pilota con il suo spacciatore. Nella telefonata l’uomo diceva: “Sudavo e mi sentivo male mentre ci avvicinavamo alla pista”.
Interrogato dalla polizia, l’uomo ha ammesso il suo errore. “Faccio regolare uso di droghe da 18 mesi, ma le ho sempre assunte due o tre giorni prima di mettermi in servizio” è stata la sua giustificazione molto poco rincuorante “Oltre all’ecstasy ho sperimentato anche la cannabis e la cocaina”.

Per lui il giudice ha deciso che non guiderà più un aereo per tutta la vita. Inoltre è stato condannato a 12 mesi di galera con la condizionale. EasyJet ha anche iniziato una procedura disciplinare nei suoi confronti ed ha preso le distanze dal comportamento di questo pilota. “È stato rimosso dal servizio quando è partita l’indagine della polizia. La sicurezza dei nostri passeggeri e dell’equipaggio è la nostra priorità e abbiamo una politica di tolleranza zero verso droghe e alcol” ha fatto sapere la compagnia aerea.

 

Roversi MG.