Tragedia nel mondo dello sport, morto a 24 anni il nuotatore Mattia Dall’Aglio

Domenica pomeriggio un vigile del fuoco ha trovato il corpo senza vita del nuotatore professionista Mattia Dall’Aglio, classe 1993.

Nonostante l’autopsia debba ancora essere effettuata si presume che il ragazzo sia stato colpito da infarto mentre si trovava all’interno di una palestra di Modena nella quale si stava allenando con i pesi.

Prima dell’intervento degli agenti di Polizia, il pompiere ha cercato di rianimare l’atleta con un defibrillatore ma senza successo.

Al momento il PM Katia Marino ha aperto un’inchiesta sul caso in quanto il ragazzo si trovava solo all’interno della palestra e non ci sono testimoni dell’accaduto. Il corpo di Mattia si trova adesso nell’Istituto di medicina legale in attesa dell’autopsia.

Dall’Aglio era un giovane promettente con un palmarés invidiabile per la sua giovane età: Tesserato con la Reggiana, nel 2007 era salito sul podio nel meeting di Viareggio. Dal 2008 al 2010, Dall’Aglio era passato al club Vigili del Fuoco Modena, conquistando tre titoli italiani giovanili. Poi nuota all’Imolanuoto allenato da Tamas Gyertyanffy e Cesare Casella e approdando anche alle finali tricolori nei 100 rana e 100 stile libero.

Mario Barba