Londra, cameriera italiana licenziata per un motivo assurdo: ha portato a casa il pranzo

Una donna italiana di 43 anni, Silvia Mecati, che vive a Londra e lavora nell’esclusivo Oxford and Cambridge Club come cameriera, è stata licenziata per un motivo davvero assurdo. La donna – che ha diritto a consumare un pasto sul luogo di lavoro – ha deciso di portare a casa la lasagna che non aveva mangiato sul posto di lavoro perché non aveva tempo. Ha messo il cibo in un contenitore e l’ha portato a casa. Nulla di scandaloso, di principio: se non fosse che il Club ha provveduto al suo licenziamento proprio per questo motivo.

La donna è stata accusata di furto perché non ha avvertito il suo capo del fatto che avrebbe portato a casa il cibo. Al Corriere della Sera Silvia ha spiegato: “A pranzo ho preso un pezzo di lasagna ma non ho avuto il tempo di mangiarla quindi l’ho lasciata nel piatto. Successivamente l’ho infilata in un contenitore e l’ho messa in frigo, non volevo buttarla. Ma quando ho finito il turno il mio capo mi ha chiesto di controllare la mia borsa. Non era mai successo in tre anni. Io gli ho detto: ‘Ho preso il mio pranzo perché non ho avuto tempo di mangiarlo e lo volevo portare a casa’. Lui mi ha domandato se avessi chiesto un permesso scritto o verbale allo chef o al mio capo, e gli ho risposto di no”.

La donna è stata licenziata e non ha ricevuto paga per il mese corrente. Nelle prossime settimane il licenziamento verrà esaminato da una figura indipendente.

Roversi MG.