Rapisce la figlia dei vicini di 6 anni, la violenta e la getta nel fiume: arrestato il killer

Crudeltà senza limiti in Brasile, a Engenho Novo, a nord di Rio de Janeiro. Un uomo avrebbe rapito la figlia dei vicini di soli 6 anni, Agatha Nicole Silva, l’ha picchiata, violentata, e poi uccisa. Il nome del killer, che ha confessato, è Alexandre da Silva Alves. Una storia terrificante quella che viene da questa cittadina poco a nord di Rio, una delle più grosse città del paese. La piccola è stata uccisa da un uomo che conosceva la sua famiglia e che era tossicodipendente.

L’uomo è stato ripreso da alcune telecamere di sorveglianza mentre gettava la bambina in acqua, come se si trattasse di un sacco della spazzatura, senza alcuna esitazione. I familiari stessi dell’uomo hanno riconosciuto nel loro congiunto l’orribile assassino e l’hanno convinto a confessare, dopo avergli detto di averlo riconosciuto senza dubbio.

Secondo quello che è dato sapere sulla vicenda, il killer aveva sempre avuto un rapporto cordiale con la famiglia della bambina, anche se tutti i suoi vicini sapevano che lui faceva uso di droghe. L’uomo è stato arrestato dalla polizia. La polizia sta cercando di capire cosa possa essere accaduto nella mente dell’uomo per spingerlo a rapire e uccidere una povera piccola di 6 anni.

Roversi MG.