Vestiti con il simbolo della svastica ritirati dal mercato dopo aver ricevuto numerose critiche

Una nuova gamma di abbigliamento che porta la svastica come logo è stata ritirata dopo la condanna da parte dei gruppi ebraici e un furore enorme all’interno social media.

KA Design‘ ha lanciato una collezione di magliette e camicie “swastika“, questo luglio, con l’intento di recuperare il simbolo nazista per farlo tornare al suo significato originale, e cioè un emblema di pace e amore. L’azienda ha infatti spiegato in un video promozionale che questa è una “nuova” svastica che rappresenta l’amore, la pace e la libertà.

La svastica era originariamente un simbolo di pace, amore, fortuna e vita prima che il partito nazista di Hitler lo trasformasse in un simbolo dell’odio e della guerra e “lo stigmatizzò per sempre“, dice la società nel video promozionale.

La società è stanziata “da qualche parte in Europa“, e si definisce come un gruppo di “artisti” e “liberi pensatori” in contrapposizione ai designer di moda. “Il nostro sogno è quello di sentirsi libero di usare questo simbolo senza alcuna limitazione dettata dalle persone che l’hanno utilizzata in modo differente“.

La merce a marchio ‘swastika’ era disponibile per la vendita su ‘Teespring‘, un mercato online statunitense per designer indipendenti, ma dopo le furiose critiche ricevute, soprattutto da gruppi di ebrei, i prodotti sono al momento stati ritirati dal mercato.

Mario Barba