10 Agosto: arrivano le Perseidi, lacrime di San Lorenzo

Tutti sanno che il 10 Agosto ricorre la festa in onore di San Lorenzo, uno dei sette diaconi di Roma, martirizzato nel 258 sotto l’imperatore Valeriano.

Ebbene questo giorno viene tradizionalmente associato al passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi, popolarmente chiamate stelle cadenti o più poeticamente lacrime di San Lorenzo, rievocando i carboni ardenti su cui il santo fu martirizzato.

Invero l’espressione “lacrime di San Lorenzo” si riferisce alla poesia di Giovanni Pascoli, X Agosto, in cui il poeta del “fanciullino” parlava di queste stelle come delle lacrime del santo, disperato per le malvagità del mondo:

E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d’un pianto di stelle lo inondi
quest’atomo opaco del Male!”

Le Perseidi, ovvero le meteore provenienti dalla costellazione di Perseo, non sono che “granelli” della cometa Swift-Tuttle (dal nome dei due astronomi che la scoprirono verso la metà dell’800) lungo l’orbita che questa effettua intorno al Sole.

Proprio il 10 Agosto la Terra incrocia questa orbita urtando contro i detriti della cometa, che penetrano nell’atmosfera alla velocità di decine di chilometri al secondo, incendiandosi e diventando visibili.

Secondo gli studiosi di astronomia quest’anno il picco dello sciame di Perseidi avverrà nelle notti fra il 10 e il 14 Agosto e saranno maggiormente visibili nella notte fra il 12 e il 13 Agosto.

MDM