Saluto nazista su Twitter, CNN licenzia commentatore pro-Trump

Il più classico dei saluti nazisti, un “Seig Heil” scritto senza nessuna remora su Twitter durante uno scambio con il presidente del gruppo Media Matters for America, Angelo Carusone.

E’ finito al centro di un vortice di polemiche Jeffrey Lord, commentatore salito agli onori delle cronache per essere diventato uno dei più grandi sostenitori e difensori del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

La CNN non ha potuto chiudere un occhio, e ha deciso di licenziare in tronco Lord per la sua esternazione in pieno stile “Terzo Reich”. Il commentatore ha provato a difendersi dicendo che si trattava soltanto di uno scherzo: Lord ha infatti spiegato di aver utilizzato lo slogan nazista “Sieg Heil!” non come appoggio al nazismo o al fascismo ma al solo scopo di deridere un gruppo giornalistico accusato dallo stesso commentatore di boicottare inserzionisti di stampo conservativo. Ma l’emittente statunitense non ha ammesso giustificazioni, ribadendo che l’accaduto era da considerarsi “indifendibile”.

Il 66enne è venuto a conoscenza del licenziamento mentre si recava negli studi televisivi CNN di Manhattan. E’ stata una telefonata ad avvertire Lord dell’interruzione del rapporto di lavoro tra lui e l’emittente USA. Il suo commento è stato particolarmente sarcastico: “Non ho dovuto camminare, per questo li ringrazio”.