Regno Unito: gang di immigrati droga e stupra 278 ragazzine inglesi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:46

Già da qualche anno in Inghilterra si sta parlando di “stupro etnico di massa”, ovvero di orde di immigrati che abusano sessualmente di bambine e giovani donne bianche.

Le vittime di questa empietà sarebbero migliaia di ragazzine inglesi; i carnefici centinaia di immigrati islamici, perlopiù di origini pakistane.

L’ultimo caso eclatante è quello di Newcastle, nella contea di Tyne, in Inghilterra, dove diciassette uomini e una donna sono stati arrestati per aver drogato e sottomesso adolescenti e ragazze tra i 14 e i 25 anni, prima di avere rapporti sessuali con loro.

Bengalesi, iracheni, turchi, indiani e iraniani, tutti nati in Inghilterra, avrebbero stuprato centinaia di ragazzine del luogo, 278 secondo gli investigatori.

Le vittime designate venivano individuate dall’unica donna che faceva parte della gang.

Le adolescenti più vulnerabili venivano adescate con la promessa di ottenere, in cambio di favori sessuali, alcol e droga, in particolare mefedrone (“M-Cat”) e cannabis, portate in locali e discoteche e abusate.

Pakistani e africani erano anche gli aguzzini che a Rotherham, sempre nel Regno Unito, nel 2015 torturarono e stuprarono 1400 tra bambini e bambine di non più di 11 anni.

MDM