Immersione tragica: muoiono a Ischia Lara, 13 anni, ed il suo istruttore. Recuperati i corpi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:59

Tragica immersione ad Ischia: hanno perso la vita una ragazzina di soli 13 anni, Lara Scamardella, ed il suo istruttore subacqueo, Antonio Emanato. I due erano in immersione alla secca delle Formiche, a circa un miglio da Ischia, quando qualcosa è andato storto.
Emanato si era immerso con l’allieva nella piccola grotta delle Formiche, ma forse non sono riusciti a risalire a causa del fango che potrebbe aver ostruito la visione dei due e averli fatti restare in fondo finché le bombole si sono esaurite.

Antonio Emanato era un sub di grande esperienza; aveva 44 anni ed era titolare del Diving Center a Baia, frazione di Bacoli, Napoli. Lara aveva 13 anni e viveva in zona; era figlia di amici di Antonio, una ragazza che amava il canto ed anche il mare. Dopo essersi accorti del fatto che i due non risalivano da troppo tempo, quattro unità dell’Ufficio Circondariale marittimo si sono immersi assieme ai sommozzatori dei Vigili del Fuoco.

Il corpo del titolare è stato recuperato ieri alle 14.30 mentre quello di Lara è stato recuperato solo questa mattina. La prima ipotesi è, appunto, che il fango abbia impedito ai due di uscire dalla grotta. Secondo il comandante della guardia costiera di Ischia, Alessio De Angelis, “E’ divenuto impossibile trovare il punto di uscita dalla cavità e la fine dell’ossigeno nelle bombole ha fatto il resto”. La grotta dove i due si erano immersi non era considerata pericolosa. A Bacoli è stato proclamato lutto cittadino.

Roversi MG.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!