Verona: adolescente italiana di origini ghanesi viene rifiutata in gara canora

Dora B., una 15enne nata in Italia da genitori ghanesi, aveva chiesto via Facebook informazioni circa una gara canora cui avrebbe voluto partecipare, quando si è vista rifiutare la possibilità di prendervi parte.

Non appena ha contattato l’organizzatore del contest Canta Verona, ha ricevuto un categorico rifiuto :” “Italiani si nasce, non si diventa e si nasce da genitori italiani […] Io la penso così ed è riservato solo a italiani di fatto“, intendendo dire che la partecipazione alla competizione sarebbe riservata a soli partecipanti italiani.

A questo punto è intervenuto il fratello dell’adolescente Emmanuel, ingegnere di 24 anni, anche lui nato in Italia che, irritato, ha chiesto spiegazioni al coordinatore dell’evento il quale si è profuso in una serie di scuse pretestuose chiarendo: “Mi rendo conto di aver sbagliato a scrivere quelle cose, ma non sapevo con chi avessi realmente a che fare. Credevo fosse uno scherzo, una provocazione. Comunque, quella è la mia opinione, non credo di aver commesso un reato”; e ancora “Cosa dice il regolamento? Che possono partecipare solo gli italiani, maggiorenni, professionisti, autori di musiche originali e diplomati al Conservatorio“.

Giustificazioni a parte tale S.P. sta per beccarsi una denuncia dai famigliari dell’aspirante cantante.

Intanto gli screenshot della conversazione tra la “giovane promessa” della canzone e lo zelante promotore di Canta Verona  stanno facendo il giro del web diventando virali.

MDM