Daniele, 24 anni, picchiato in discoteca: è in coma. Gli hanno sfondato la fronte a pugni, caccia all’aggressore 

È successo di nuovo. Ad una settimana dal terribile pestaggio che ha ucciso un ragazzo italiano a Lloret de Mar, un 24enne italiano è stato mandato in coma a forza di pugni in testa mentre si trovava nella discoteca Vanilla Club di Jesolo, Venezia.
Il ragazzo è un veneziano di nome Daniele Bariletti, ha subito un duro pestaggio la notte di ferragosto.

Daniele si trovava nel locale quando è stato avvicinato da un ragazzo grosso, sconosciuto, il quale gli ha gettato addosso una bevanda, probabilmente mentre era in stato di alterazione. Il 24enne ha reagito e l’altro lo ha letteralmente mandato ko con due pugni al volto che hanno ridotto il giovane in condizioni gravi. L’aggressore non è ancora stato identificato.

Il 24enne è stato portato dagli amici in ospedale: le sue condizioni sono serie e il ragazzo è stato indotto in coma farmacologico dai medici. Il commento dei genitori: “I pugni che hanno sfondato la fronte di nostro figlio Daniele sono stati sferrati per uccidere. Ci appelliamo alle forze dell’ordine, sia per individuare l’aggressore ma anche per il tipo di indagine. Si tratta di tentato omicidio”. “Nei giorni scorsi seguivamo indignati quanto successo in Spagna, speranzosi che un fatto del genere non potesse accadere ma purtroppo non è stato così. Possibile che un “club” e soprattutto la vigilanza non riesca a gestire tali situazioni? Non possiamo accettare che un locale di divertimento diventi un luogo di violenza”.

Roversi MG.