Fidanzati travolti, Matteo informato della morte di Elisa. “Non è possibile, non è vero”

Ora che Matteo Penna si è un po’ ristabilito fisicamente, dopo essere uscito dal coma per una settimana, è stato informato della morte della sua ragazza, Elisa Ferrero, avvenuta per mano di un pirata della strada che li ha deliberatamene travolti. Lo scorso 9 luglio i due fidanzati sono stati travolti ed uccisi da un furgone mentre si trovavano in moto: Maurizio De Giulio, che era alla guida, li ha inseguiti e investiti per vendicarsi di una mancata precedenza e di un piccolo litigio in mezzo alla strada.

Elisa, travolta dal furgone, è morta sul colpo. Matteo era andato in coma ed aveva riportato delle gravi ferite. Risvegliatosi dal coma qualche giorno fa, i medici non avevano subito informato il giovane della morte della fidanzata perché non volevano sconvolgerlo e provocare ricadute fisiche. Tuttavia, dal momento che da ieri il ragazzo può incontrare amici e familiari, i dottori hanno deciso di dirgli la verità per evitare che potesse venire a saperla da altri.

Così con una troupe di psicologici il ragazzo è stato informato di quanto avvenuto alla sua amata Elisa. Il ragazzo è rimasto sconvolto, continuando a ripetere: “Non è possibile, non è possibile, non può essere vero”. Ora avrà bisogno di tempo per metabolizzare un trauma del genere.
Intanto De Giulio si trova in carcere a Torino, accusato di omicidio e lesioni volontarie aggravate.

Roversi MG.