Fernanda, 26 anni e al sesto mese di gravidanza, uccisa per strada e bruciata 

Fernanda Pereyra, una ragazza argentina di 26 anni incinta al sesto mese, è stata uccisa per strada vicino a Rincon De Los sauces, Argentina.
La povera ragazza è stata trovata senza vita per strada, nella provincia occidentale di Neuquen. Il corpo era stato bruciato con una grande quantità di benzina. L’identificazione della vittima è stata possibile solamente grazie ad una collana.

Secondo la polizia, la vittima non sarebbe stata uccisa lì ma ci sarebbe stata portata con un furgone Renault Kangoo che sarebbe stato ripulito, ma dopo un’attenta osservazione i poliziotti vi hanno ritrovato il sangue di Fernanda, come scrive il Daily Mail.
Tre persone sono state arrestate per il barbaro omicidio: l’ex fidanzato della 26enne, Luciano Hernandez, e due suoi amici, Diego Marillan e Osvaldo Castillo.

I poliziotti seguono la pista del traffico di droga ma anche del satanismo, dato che vicino al corpo sarebbero stati trovati indizi con numeri satanici. Sospetti anche sulla religione africana della Kimbanda. Non si esclude però che la ragazza possa essere stata uccisa per aver assistito nel novembre 2016 all’omicidio di un adolescente da parte di un trafficante di droga: dopo di che aveva ricevuto diverse minacce di morte. Però i sospetti principali per ora sono legati al fidanzato ed al traffico di droga. L’ex avvocato della ragazza ha detto che per lui “non è un caso di violenza domestica ma un crimine legato al traffico di droga”.

Roversi MG.