Fuma in auto con il figlio a bordo, conducente multato

fuma auto figlio La legge che impone il divieto di fumo nei locali pubblici è ormai attiva da un quindicennio, tanto che è diventata consuetudine alzarsi tra un pasto e l’altro per andare a consumare una sigaretta all’esterno.

In pochi sanno però che da qualche tempo è vietato fumare anche all’interno dell’abitacolo di una vettura se in esso sono presenti minori e donne in stato di gravidanza. Probabilmente non lo sapeva neppure R.F. – queste le sue iniziali – che ieri pomeriggio è stato fermato in Via Carducci, a Trieste,  nell’ambito di normali controlli di polizia stradale.

L’uomo stava procedendo alla guida della sua Peugeot insieme a sua moglie e a suo figlio, seduto sul sedile posteriore, ma i vigili urbani si sono accorti subito che l’uomo era intento a fumare una sigaretta, in barba alla legge entrata in vigore il 2 febbraio 2016.

Le forze dell’ordine non hanno voluto sentire ragioni e hanno notificato l’infrazione al conducente, che è stato quindi multato con una sanzione da 110 euro. La sanzione minima prevista è di 55 euro, ma viene raddoppiata nel caso l’illecito sia commesso alla presenza di un bambino di età inferiore ai 12 anni, come in questo caso.

Il divieto di fumo non vale solo per il conducente ma anche per i passeggeri.