Russia, uomo accoltella alcuni passanti: otto feriti, due gravi

Sono davvero giorni da incubo in tutta Europa. Dopo il folle attentato di Barcellona, dove un van si è lanciato sulla folla che passeggiava sulla Rambla provocando 13 morti – tra cui tre italiani – e oltre 150 feriti, e quello in Finlandia, con 2 morti confermati, giunge notizia di un nuovo episodio che ha tutte le fattezze di un nuovo atto di terrorismo, seppure non confermato dalle fonti ufficiali.

Il luogo del nuovo attacco è la Russia, dove un uomo armato di coltello ha aggredito alcuni passanti a Surgut, nella regione petrolifera di Khanty-Mansi in Siberia. Otto le persone rimaste ferite, due delle quali risulterebbero in gravi condizioni.

L’assalitore è stato poi ucciso dalla polizia e non è ancora stato identificato. Lo riferisce Russia Today citando il dipartimento locale del Comitato investigativo russo. Come detto in precedenza, al momento non sono chiari i motivi dell’aggressione: tuttavia, la dinamica dell’accaduto ricorda molto quello delle ore precedenti a Turku, in Finlandia, dove un uomo – arrestato dalla polizia – armato di un grande coltello ha assaltato la folla nella zona centrale di Puutori e piazza del Mercato, causando due vittime. Attacco festeggiato sul web dai profili che fanno riferimento allo Stato Islamico.

Non avrebbe il movente del terrorismo, invece, l’accoltellamento di Wuppertal, in Germania.