Crotone, va a caccia di ricciole e pesca uno squalo di 200 kg

Può capitare di andare a pesca di ricciole e di imbattersi in qualcosa di più grosso. Ma di certo Giuseppe Fiorito non poteva immaginare di trovarsi di fronte una roba simile.

L’uomo, appassionato di pesca sportiva, era uscito in mare con alcuni amici per una delle loro classiche battute di pesca in cerca di ricciole a Strongoli Marina, nel crotonese. Ma quando ha sentito abboccare e ha tirato su la canna da pesca da altura si è reso conto di aver preso qualcosa di molto, molto più grosso. Quando ha sollevato la preda, per un attimo non ha creduto ai suoi occhi: un esemplare di squalo volpe di 200 kg, lungo oltre 3,5 metri, che si trovava ad una profondità di circa 60 metri.

Lo squalo volpe, con i suoi 6 metri massimi di lunghezza, rappresenta la specie più grande fra le tre ascritte al genere Alopias ed è molto diffuso nei mari tropicali. Normalmente non attacca l’uomo, ma se ferito e preso all’amo può dare poderosi colpi di coda.

Non è la prima volta che in Italia avviene un episodio di questo tipo: esattamente due anni fa uno squalo volpe, sempre di 200 chili, lungo 4 metri è stato catturato da alcuni pescatori a Camogli, in provincia di Genova.