Gallipoli, schianto sulla statale: morti due giovani, tre feriti

Ancora un sabato notte di sangue sulle strade italiane. Stavolta è il Salento a piangere delle giovani vittime, morte in seguito ad un incidente stradale sulla statale 274, che collega Leuca a Gallipoli, all’altezza dello svincolo per Taviano.

Come riportato dalla “Gazzetta del Mezzogiorno”, il violento schianto ha provocato due vittime: si tratta di Ivan De Blasi, 24 anni, e Quontor Cherre, 23 anni, originaria dell’Equador ma residente a Tricase, insieme a un terzo ragazzo, Luigi Ruberti, 28 anni, di Gagliano del Capo (fidanzato della ragazza deceduta).

I tre viaggiavano a bordo di una Yaris che si è scontrata frontalmente con una Porsche guidata da un 38enne farmacista di Zollino, L.V., (indagato per omicidio colposo) con a bordo una 24enne S.P., di Lecce.

L’incidente ha fatto precipitare la Yaris dalla statale, a circa sei metri d’altezza. L’auto ha preso fuoco: De Blasi non è riuscito ad uscire dalla vettura, mentre la giovane era stata sbalzata al di fuori dell’abitacolo morendo sul colpo.

L’amico che viaggiava con loro sulla stessa vettura è stato ricoverato e ne avrà per una trentina di giorni, mentre conducente e passeggero della Porsche hanno riportato solo lievi ferite.

Sul posto sono intervenuti, oltre ai vigili del fuoco, i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare la morte dei due giovani.