Sanremo, poliziotti aggrediti da tre tunisini: agente perde la milza, spappolata a calci 

Violenta aggressione da parte di un gruppo di tunisini contro dei poliziotti a Bussana, cittadina vicino a Sanremo. L’episodio è avvenuto vicino al supermercato Carrefour, domenica sera, quando i residenti della zona hanno chiamato il 112 per far dare una calmata al gruppo di stranieri i quali, visibilmente alterati dall’alcol, continuavamo a fare baccano. I poliziotti sono arrivati con capo pattuglia e con le sirene spiegate; al suono delle sirene, i tunisini hanno cercato di fuggire ma sono stati raggiunti al torrente Armea.

Qua è nato un violento scontro: i tunisini non volevano farsi arrestare ed hanno cominciato a picchiare i poliziotti. L’assitente capo, 40enne, è stato colpito con molti pugni e calci all’addome, anche quando si trovava già a terra. Uno dei tunisini gli ha rotto due costole e gli ha spappolato la milza; ricoverato in ospedale, al poliziotto è stata asportata la milza nel corso di un’operazione.

È rimasta ferita anche la collega, con una prognosi di 5 giorni. Uno dei tunisini è stato fermato, due sono riusciti a fuggire ed uno di essi è stato catturato poco più tardi. Avrebbe anche danneggiato l’auto della polizia: accuse di resistenza a pubblico ufficiale, e giudicato per direttissima, con la condizionale, ha patteggiato solo dieci mesi. Avrà obbligo di firma.
Il movimento politico L’Alleanza ha criticato con forza quanto avvenuto: “Le forze dell’ordine lavorano allo stremo, sotto organico e lasciati da soli ad operare in un territorio abbandonato dalle istituzioni”.

Roversi MG.