Bruxelles, uomo attacca due militari col machete al grido ‘Allah u Akbar’: 2 feriti

Attacco a Bruxelles: un uomo è stato bloccato dalla polizia dopo che ha attaccato con un’arma da taglio due militari, proprio nel centro di Bruxelles. L’aggressione è avvenuta attorno alle 20.30 in Boulevard Emile Jacqmain, vicino alla Grande Place.

Due militari sono rimasti feriti. L’attacco sarebbe avvenuto a colpi di machete: l’uomo è stato arrestato dopo essere stato ferito. Ora si trova in ospedale in condizioni disperate, fra la vita e la morte. L’uomo è uno straniero, probabilmente somalo, sui 30 anni; non sarebbe conosciuto alle forze dell’ordine per fatti legati al terrorismo.
Un portavoce della procura di Bruxelles ha fatto sapere in una nota che “secondo i dati di identificazione fin qui in nostro possesso, si tratta di un uomo di 30 anni, senza legami con il terrorismo”.
Secondo alcuni testimoni ed il sito d’informazioni Rtbf avrebbe gridato ‘allah akbar’ mentre si lanciava all’attacco.

I militari non sono rimasti feriti in modo grave. Il fatto è stato riferito dai media del Belgio.
Ora la situazione sarebbe sotto controllo. Attorno alla zona dell’aggressione è stato creato un perimetro di sicurezza.
Il premier belga, Charles Michel, ha scritto su Twitter: “Tutta la nostra solidarietà ai nostri soldati. I nostri servizi di sicurezza rimangono in allerta. Stiamo seguendo la situazione da vicino”

Articolo in aggiornamento