Ischia: dopo il terremoto turisti fuggono senza saldare i conti

Federalberghi denuncia: dopo il terremoto che lo scorso 21 Agosto ha colpito l’isola di Ischia, con epicentro a Casamicciola, i turisti hanno lasciato l’isola senza pagare il conto.

Ci teniamo la beffa, è inutile tentare di intraprendere vie legali. Serva da lezione: bisogna riscuotere l’intera quota per intero“, ha detto il presidente di Federalberghi di Ischia e Procida, Ermando Mennella, che ha calcolato un buco di circa 400mila euro per i mancati pagamenti di chi, subito dopo il terremoto, è scappato dall’isola senza pagare i costi del soggiorno.

Secondo quanto riportato da TgCom24, circa 11mila i turisti hanno lasciato l’isola dopo il sisma, con buona pace di proprietari di alberghi, case vacanze e bed and breakfast.

Un danno al turismo locale, che nei tempi a venire, subirà ulteriori conseguenze.

Eppure tutto questo si poteva evitare, a detta del geologo ed ex direttore del’Osservatorio Vulcanico Giuseppe Luongo, in quanto il distretto vulcanico e le strutture geologiche in questa zona sono estremamente fragili, e gli edifici erano stati costruiti male.

MDM