“La troppa masturbazione” rende difficile l’arruolamento nell’esercito cinese

Abitudini come la masturbazione eccessiva e la troppa indulgenza riguardo le bevande alcoliche sono state identificate come motivi per i quali i giovani ragazzi cinesi non desiderano arruolarsi nell’esercito cinese.

Le campane di allarme stanno suonando all’interno dei circoli di sicurezza cinesi riguardo la condizione delle potenziali reclute dell’esercito, con il Ministero della Difesa che segnala uno “sconcertante” aumento delle possibili reclute che non superano l’esame fisico iniziale.

Quest’anno in una città della Cina, della quale non è stato fatto il nome, si è registrato un fallimento durante il primo test fisico del 58.9% da parte degli aspiranti soldati. Questo dato ha preoccupato non poco i responsabili della Difesa cinesi che ricollegano questa serie di fallimenti a decisioni dietetiche discutibili e abitudini di vita stanno che paralizzando il potenziale dei giovani soldati.

Le patologie riscontrate più frequentemente durante questi test fanno riferimento per la maggior parte a danni al fegato ed ai reni.

Al contempo, una dipendenza dai dispositivi mobili e informatici rappresenta il 46% del fallimento dei test iniziali, in quanto l’osservare costantemente uno schermo ostacola apparentemente la profondità di visione.

Stranamente, anche la masturbazione è vista come un problema che colpisce i futuri ranghi delle forze cinesi, con il Ministero della Difesa che avverte che provoca l’ingrossamento delle vene varicose.

Mario Barba