Ad Amatrice una statua in memoria di Camilla, il cane-eroe che salvò i terremotati 

Tutti ad Amatrice ricordano il suo nome: lei è Camilla, la border collie dei Vigili del Fuoco che ha partecipato alle operazioni dopo il terremoto per il salvataggio delle persone rimaste sotto le macerie ad Amatrice, un anno fa. Camilla aveva partecipato assieme alla sua squadra alle operazioni di salvataggio salvando e trovando sotto le macerie tantissime persone rimaste sepolte, dopo la tremenda scossa avvenuta ormai un anno fa in Centro Italia che aveva ucciso 299 persone.

In quel momento i Vigili del Fuoco avevano dato il meglio di loro, dimostrando un eroismo fuori dal normale: e la stessa cosa si può dire per i loro fedeli cani di salvataggio che avevano contribuito a trovare molte persone sepolte sotto le macerie.
Ora al coraggioso cane è stata dedicata una statua ad Amatrice, dopo il Premio Internazionale di Fedeltà Canina che aveva vinto a Camogli, Liguria. Quello di Camilla è un ricordo particolare perché purtroppo la coraggiosa e intelligente border collie si è spenta da qualche mese, nel corso delle operazioni per cercare una persona scomparsa in Liguria, a causa delle alluvioni.

Il cane era assieme al suo conduttore e stava ricercando una persona a Bergeggi, in Liguria. Scivolata in un pendio, aveva riportato gravi ferite e aveva voluto continuare comunque il lavoro. Portata dal veterinario e sottoposta ad un’operazione, non era sopravvissuta.

Roversi MG.