Inghilterra, cittadini boicottano un cafè che nega l’ingresso ai minori di 12 anni

Un cafè ha provocato l’ira di alcuni genitori dopo aver proibito l’ingresso ai minori di 12 anni.

Bob Higginson, 61 anni, ha aperto il suo locale “The Chart Room” circa un mese fa a Brixham, nella contea del Devon.

Dopo l’apertura l’uomo ha subito annunciato che cani e ragazzini più grandi sarebbero stati i benvenuti, mentre i bambini al di sotto dei 12 anni “non sarebbero stati accolti“.

Da allora si è trovato a fronteggiare il boicottaggio dei residenti arrabbiato che lo hanno definito come un atto discriminatorio.

Higginson ha dichiarato: “Il mio target è di persone più grandi e più mature che vogliono pace e tranquillità. Volevo che le persone potessero venire a discutere dei vecchi tempi e avere la possibilità di avere una conversazione nostalgica senza che ragazzini più piccoli corressero intorno e li distraessero“.

Qui ci sono dei manufatti costosi e pregiati che non si trovano dentro a delle teche di vetro come nei musei e in passato alcuni bambini hanno rotto alcuni di questi oggetti“, ha proseguito Bob, “Sì, accettiamo i cani. Molta gente viene con i loro animali da compagnia e non hanno mai rotto niente o disturbato qualcuno“.

Tuttavia, la residente Wendy Moore chiede alla gente di boicottare “The Chart Room” in segno di protesta. “Chi crede di essere Bob Higginson? Avrebbe impedito ai disabili di entrare nei suoi locali? O persone di una particolare razza, colore o religione? Scommetto di no“.

Altre persone invece si trovano d’accordo con la politica di Bob, tra cui Sharon Taylor che dichiara: “Se i genitori esercitassero un migliore controllo sui loro figli, non sarebbe necessario. Tuttavia i genitori sembrano avere paura di controllare i loro figli. Il locale è suo e le regole le decide lui“.

Mario Barba