Londra, bimba cristiana affidata a famiglia musulmana: via il crocefisso, imposto l’arabo 

Una bambina inglese di cinque anni seguita dai servizi sociali inglesi è stata tolta alla sua famiglia originaria e affidata ad una famiglia musulmana inglese, molto osservante ed integralista. La storia è diventata famosa perché il Times, noto giornale anglosassone, ha fatto un articolo scoop sulle condizioni della piccola dopo che è stata affidata alla famiglia islamica; la notizia è stata ripresa dal Corriere della Sera.
La decisione dei servizi sociali è stata presa contro il volere della famiglia, che voleva che la bambina restasse in una famiglia cristiana.

La bambina si trova male nella nuova famiglia: le hanno tolto il crocifisso e le hanno chiesto di imparare l’arabo.
Eppure la legge richiede che, nella scelta dell’affido, si tengano presenti a religione, il background linguistico e culturale” ragionano i suoi genitori esterrefatti.
Secondo il Times, “Un supervisore dei servizi sociali, che ha chiesto l’anonimato, ha raccontato che la bambina piange, è molto provata e chiede di non tornare nella casa della famiglia affidataria ‘perché non parlano inglese’”.

“Negli ultimi sei mesi la piccola ha vissuto in due diverse famiglie, entrambe musulmane. Nella prima la madre indossava il niqab, la lunga tunica nera che copre le donne dalla testa ai piedi. Mentre nella casa attuale le donne si mettono il burqa per uscire di casa.”
“La mamma ha raccontato di essere sconcertata dalla situazione alienante in cui si trova la figlia che ultimamente le avrebbe detto: ‘Pasqua e Natale sono feste stupide’, ‘le donne europee sono alcolizzate e idiote’.”

La bambina non può più neppure mangiare la carbonara, il suo piatto preferito, perché ‘è maiale’ e haram per i musulmani osservanti. La vicenda ha fatto discutere l’Inghilterra. 
“Questa è una bambina bianca, inglese, che ama il calcio ed è stata battezzata in una chiesa. Ha già subito il trauma di essere separata dai genitori e ha bisogno di essere circondata da una cultura che conosce e ama. Invece è intrappolata in un mondo che non conosce e la spaventa” ha detto un amico della famiglia.

Roversi MG.